mercoledì 20 novembre 2013

Mamme che: "goditi la vita che poi.."

Ho sempre dubitato delle mamme navigate che col sorrisino beffardo mi dicevano " poi vedrai, non hai ancora visto niente". Secondo me provano un certo gusto nel terrorizzare le amiche in attesa o alle prime armi, ti guardano con quel faccino sarcastico ogni volta che dici " sai, la mia bimba dorme tutta la notte" oppure " mangia di tutto". Le vedi che sono li pronte a smontarti ogni certezza con i loro "eh, ma ancora e' piccola, vedrai appena arriva 9 mesi, a un anno, a due, a tre". Oppure, peggio ancora, quelle che per spaventarti usano frasi del tipo:"goditi la vita adesso, perche' poi...", "non avrai piu' tempo neanche per una doccia", "e chi ci va piu' al cinema".
Io e la mia nana siamo arrivate ad un anno di vita insieme e posso dire che per fortuna ci siamo arrivate incolumi dalla maggior parte di questi avvisi e con una nota d'orgoglio mi sento di dire a tutte quelle che hanno provato a terrorizzarmi che:
- la mia nana dorme da quando aveva 2 mesi tutta la notte e nonostante l'inizio del nido e tanti altri fattori che pare avrebbero cambiato le cose, continua a farlo;
- riesco ancora ad andare dall'estetista, uscire con le amiche, ritagliarmi del tempo per me, leggere un libro e mettermi lo smalto. Faccio anche la doccia e la pupu' senza problemi, solo con un po' di organizzazione in piu';
- nonostante io non sia riuscita ad allattarla al seno non mi pare si ammali piu' di altri bimbi che per fortuna hanno mangiano il latte delle loro mamme;
- da quando cammina non e' cambiato il modo in cui sto attenta a lei e non mi sento piu' stanca di prima, e' sempre stato bello stare con lei e a fine giornata sono stanca ma felice e alle volte mi spiace anche che si sia addormentata cosi presto;
- dorme nel suo lettino da sempre e nessun fattore le ha mai fatto cambiare idea;
- posso ancora viaggiare, quando aveva otto mesi abbiamo preso l'aereo e siamo state a Parigi e ci siamo divertiti tanto... con un po' di organizzazione in piu' ovviamente. 
- mi godo ancora la vita in tutta allegria e non ho avuto bisogno di godermela tutta prima dell'arrivo della mia nana, perche' continuo a farlo con lei
- tra me e mio marito le cose vanno bene, la nana ci ha solo portato tanta gioia, certo, abbiamo qualche impegno in piu' e anche qualche pensiero in piu' ma la coppia funziona ancora alla grande

Potrei continuare all'infinito ma mi fermo qui. Tanto lo so che tutte voi avete ricevuto gli stessi consigli e li conoscete anche meglio di me!
Certo e' che su una cosa queste mamme avevano proprio ragione. Il primo anno di nido e i malanni! La mia nana e' ammalata una settimana si e l'altra pure e su questo non posso darvi torto! E' vero, sara' un anno difficile e saremo sempre tutti ammalati, ma supereremo anche questo! Si si, lo so che a Marzo sara' peggio e in primavera arriveranno i malanni peggiori, ma tanto per voi non ci sara' mai fine al peggio!
Devo pero' ammettere che ho fatto parte anche io del gruppo delle mamme navigate e terrorizzatrici! Solo per un attimo pero' (giusto il tempo di accorgermi in che tunnel stavo entrando). Ebbene si, subito dopo il parto provavo un certo non so che a descrivere il parto come un salto nel dolore: "ti senti morire, altro che dolore del ciclo, il dolore che provi e' paragonabile solo a tutte le tue ossa che si spaccano contemporaneamente, mai piu' nella vita". Ecco questi sono i commenti piu' delicati e quelli senza tutti quei dettagli che mi divertivo ad aggiungere per rendere il tutto piu' drammatico! Le facce terrorizzate delle mie amiche mi davano soddisfazione, e piu' i volti si contorcevano e piu' insaporivo il tutto con dettagli succulenti. Per carita', dettagli veri, ma sicuramente avrei potuto evitare! Non che adesso io descriva quel momento come una gita al mare, ma evito tutto quello che non serve, anche perche' ciascuno di noi avra' la sua esperienza e non serve dare avvisi e consigli su una delle cose piu' soggettive del mondo! Lo stesso vale per voi care mamme navigate e terrorizzatrici, le vostre esperienze non saranno mai le mie, i vostri figli non potranno mai assomigliare alla mia, e il vostro approccio alla maternita' e alla vita di coppia non e' il mio! Ognuna di noi avra' difficolta' differenti o anche le stesse difficolta'ma ciascuna le affrontera' come meglio crede.
Quindi, raccontiamoci le esperienze, che va bene e ci aiuta a non sentirci sole, ma basta col terrorismo e soprattutto basta dire alle povere neo mamme che non riuscite a trovare il tempo per fare niente per voi, imparate ad organizzarvi meglio!